Monumenti a Milano

San Lorenzo Maggiore

San Lorenzo Maggiore

La Chiesa di San Lorenzo Maggiore fu  costruita nel IX secolo ed è la più antica di Milano . Di fronte alla chiesa ci sono diversi resti romani del terzo secolo.

Booking.com

Se non avete mai sentito parlare di San Lorenzo Maggiore sicuramente conoscete le sue colonne. Il colonnato antico romano, risalente al III secolo e inglobato in una costruzione gotica oggi demolita è uno dei monumenti più affascinanti di Milano. Fu portato fin qui a decorazione della vicina basilica quando era ancora in costruzione.

Una visita a San Lorenzo Maggiore è d’obbligo, per scoprire una chiesa tra le più antiche della città e tra le più belle. La sua forma esterna ricorda un po’ quella dell’edificio centrale della “Città Ideale” ed esalta l’ordine e la austerità senza però escludere l’eleganza.

Storia di San Lorenzo

Incerte le notizie sulle sue origini. Pare che risalga al III secolo e che fosse un tempio dedicato a Ercole, o un complesso termale, poi riconvertito in chiesa paleocristiana. Nel 451 si diffuse la voce che questo era il luogo di sepoltura del Vescovo Eusebio il che fece aumentare la sacralità del posto.

Nel 512, il Vescovo Lorenzo fece edificare qui una cappella in onore del proprio santo e su questa, nel corso di numerosi interventi e restauri, è stata innalzata l’attuale chiesa basilicale. Sopravvissuta a incendi, attacchi e demolizioni, San Lorenzo rimase per secoli la chiesa delle sacre sepolture – di vescovi e personaggi importanti del clero milanese.

Nel 1585, dopo un miracolo di una guarigione avvenuta innanzi alla chiesa, la fede dei milanesi aumentò e con essa le donazioni per completare l’edificio sacro. Le ristrutturazioni continuarono nei secoli XVII e XVIII, ma fu soltanto dopo la II Guerra Mondiale – nel 1947 – che si pose fine all’eterno cantiere di San Lorenzo. Le case demolite dalla guerra non furono ricostruite e al loro posto sorge il Parco delle Basiliche, sul quale domina maestoso l’intero complesso.

Struttura della chiesa

Anticamente la chiesa era circondata da un quadriportico attraversato dalle antiche colonne romane. Queste sono tutto ciò che resta, oggi, di quella struttura. La parte centrale della chiesa, in stile neoclassico con loggiato anteriore, è circondata dagli edifici più antichi del vecchio tempio, incluse le quattro torri campanarie di epoca precedente.

La cupola risale al XVI secolo e il tiburio è sostenuto da lesene e paraste. Il tamburo ha bordi molto alti, tanto che la cupola pare sprofondare in esso.

Gli interni

L’interno è un ambiente unico, formato da un grande quadrato dentro cui è iscritto il cerchio centrale della zona delle celebrazioni. E’ rimasto pressoché intatto dall’inizio del medioevo, anche se pilastri e marmi furono aggiunti in un secondo momento. Custodisce quattro cappelle e un organo a canne.

san maurizio maggiore interno chiesa
Interno nella chiesa di San Maurizio Maggiore

Le cappelle sono dedicate: a Sant’Aquilino, spettacolo barocco con affreschi di Carlo Urbino che si mescola a un soffitto a mosaici bizantini; a Sant’Ippolito, particolare per la sua forma ottagonale; Cappella Cittadini, dalla forma triangolare e bassorilievi; Cappella San Sisto, dai magnifici affreschi del Seicento opera di Storer.

Le colonne romane

Sedici colonne alte quasi 8 metri, con capitelli corinzi, in bellissimo marmo bianco, furono portati qui per abbellire la nuova Basilica di San Lorenzo Maggiore ma appartenevano a un tempio pagano sito in tutt’altra zona. In San Lorenzo dovevano fare da corridoio di accesso attraverso in quadriportico, poi demolito.

Oggi restano da sole, fiere e austere, a formare un monumento che si collega alla basilica, anche se di fatto non ne fa più parte. È uno dei luoghi più romantici di Milano, e più amati dalla sua gente.

Informazioni

La basilica rimane aperta tutti i giorni: durante i feriali dalle 8 alle 18:30, le domeniche dalle 9 alle 19:00. Dal lunedì al venerdi, ore 9:30-12, potete contattare la segreteria della parrocchia anche per avere informazioni su eventi e cerimonie particolari. Il telefono è 02/89404129.

Per arrivare fin qui: metropolitana linee 1 o 3, fermata Via Torino. Da qui proseguite a piedi per circa 1 km, oppure prendete per comodità il tram numero 3.

Booking.com

Post Comment