Monumenti a Milano

Chiesa di San Bernardino alle Ossa

Chiesa di San Bernardino alle Ossa

La Chiesa di San Bernardino alle Ossa si distingue dalle altre per la sua decorazione strana e macabra, fatta di  ossa umane .

Booking.com

Tutto ebbe inizio da un ospedale …Santo Stefano alla Ruota, voluto fortemente dal nobile benefattore milanese Goffredo de Busseri, nel 1127. Dato che a quel tempo la città era ancora molto lontana da questo sito, l’ospedale comprendeva anche un cimitero per accogliere i corpi di chi non poteva più guarire. Circa un secolo dopo, il cimitero era già al completo e per liberare spazio venne costruita una cappella accanto al terreno per fungere da ossario.

La cappella, nel tempo, divenne una vera e propria chiesa chiamata appunto San Bernardino alle Ossa. La struttura come la vediamo oggi risale però al XVII secolo dato che nel 1642 il campanile della chiesa dell’ospedale Santo Stefano crollò distruggendo quasi del tutto San Bernardino. La ricostruzione e le migliorie che ne seguirono diedero alla chiesa la forma odierna, molto severa e poco religiosa.

La facciata di San Bernardino

Nel 1679 Andrea Biffi condusse l’opera di ingrandimento e abbellimento di San Bernardino alle Ossa. Seguendo una impostazione classica, la facciata richiama tuttavia un edificio laico: molte finestre, quasi nessuna decorazione fatto salvo per il tamburo in alto e per le poche statue di santi nel timpano. La chiesa, legata all’ospedale e ai lutti, non doveva richiamare una festa ma invitare a riflettere.

esterno san bernardino alle ossa
San Bernardino alle Ossa dall’esterno

Gli interni

L’interno è a pianta ottagonale con altari e cappelle ad arricchire il perimetro intorno. In alto, i balconcini barocchi ospitavano nobili, monache e personalità durante la messa. La cappella di Santa Maria Maddalena, a destra, ospita la tomba dei discendenti di Cristoforo Colombo, tra marmi bianchi e fasti barocchi; a sinistra invece la più semplice cappella di Santa Rosalia.

Sull’altare maggiore, abbastanza semplice e un po’ defilato rispetto ad altri dello stesso tipo, si ammirano tre grandi quadri: la pala di Amadei, Madonna con Bambino, mentre i laterali rappresentano San Girolamo Orante e San Carlo che dà l’Eucarestia agli Appestati, di Ottolini. L’organo a 29 canne, del XX secolo, con 58 note presenta una pedaliera da 27 registri.

Le decorazioni fatte con le ossa

L’attrazione principale della chiesa di San Bernardino alle Ossa sono appunto le ossa. E non per modo di dire. La stanza adibita a ossario, motivo per cui nacque la chiesa stessa, sono decorate con grande fantasia utilizzando allo scopo proprio parti dello scheletro umano prelevate dai tantissimi defunti qui custoditi.

san bernardino ossario milano
Decorazioni all’interno dell’ossario di San Bernardino

Tra affreschi dai colori vivaci, quadri di pregevole fattura, i teschi, i femori e le costole compongono disegni e decorazioni che strisciano tra il limite morale consentito e la mancanza di rispetto! La bellezza che formano insieme impedisce la critica, sebbene si debba ricordare che quegli “oggetti” un tempo erano uomini e donne!

Informazioni utili

Non si paga per entrare, e si può visitare ogni giorno: dal lunedì al venerdì, ore 7:30-12 e poi 13-16, mentre il sabato e la domenica gli orari per le visite turistiche sono solo di mattina, 7:30-12.

Per raggiungere la chiesa in via Verziere 2, prendete la metropolitana linea M1 o M3 oppure il tram numero 12, 23 e 27 o ancora gli autobus 54 e 60. A meno di 500 metri troverete il Duomo di Milano.

Topics #featured
Booking.com

Post Comment